Nucleo Guardie Ecologiche

stemma scontornatoIl Raggruppamento Guardie Ecologiche Volontarie (GEV) del Corpo Guardie Ambientali Metropolitane dell’Area metropolitana di Bologna è formato da cittadini che svolgono volontariamente e gratuitamente un servizio per la tutela dell’ambiente, sulla base della normativa regionale LR 23/1989. Quando in servizio, le GEV sono investite della carica di Pubblici Ufficiali con il compito di fare osservare le leggi in materia ambientale ed hanno potere sanzionatorio nei confronti di illeciti amministrativi.
Il Raggruppamento GEV del Corpo Guardie Ambientali Metropolitane effettua attività di vigilanza ed applicazione delle leggi poste a tutela dell’ambiente e promuove l’informazione ambientale. Riceve inoltre le segnalazioni dei cittadini sulle possibili problematiche ambientali rilevate; tali segnalazioni possono essere inoltrate sia telefonicamente oppure a mezzo email alla casella segnalazioni@cgam.it e vengono gestite durante i servizi svolti. Le tempistiche di intervento possono variare in relazione alla gravità od emergenza della segnalazione, in ogni caso non viene svolta attività H24 né tantomeno di pronto intervento a chiamata (salvo specifici casi di comprovata urgenza).

Per quanto riguarda l’attività di vigilanza, la legge istitutiva prevede poteri di accertamento per:
• salvaguardia della flora spontanea e rara, disciplina della raccolta dei prodotti del bosco e del sottobosco;
• disciplina e regolamenti dei parchi regionali e delle riserve naturali;
• disciplina degli scarichi nelle fognature e nei corsi d’acqua superficiali;
• disciplina per lo smaltimento dei rifiuti;
• vincolo idrogeologico;
• prescrizioni di Polizia forestale;
• applicazione dei regolamenti comunali delle ordinanze sindacali finalizzate alla tutela dell’ambiente;
• norme per la tutela della fauna e l’esercizio dell’attività venatoria e piscatoria (per le guardie che hanno acquisito la nomina a ittiche e venatorie).
Inoltre, vengono svolte attività per:
• vigilanza e prevenzione degli incendi boschivi;
• vigilanza in materia di benessere degli animali di affezione;
• controllo sull’applicazione dei regolamenti relativi all’anagrafe canina ed al decoro (controllo corretto conferimento delle deiezioni);
• controllo e monitoraggio delle colonie feline;

Le guardie ecologiche CGAM collaborano strettamente con le istituzioni pubbliche ed i servizi svolti consistono in turni di vigilanza sul territorio con accertamenti su illeciti amministrativi e reati ambientali. Dette attività vengono svolte in coordinamento con i vari Enti e Corpi dello Stato preposti, quali Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e relativo corpo forestale, Polizia Provinciale e Polizie Municipali dei vari comuni del territorio.