Nucleo Guardie Zoofile

placcazooIl Nucleo Guardie Zoofile del Corpo Guardie Ambientali Metropolitane dell’Area metropolitana di Bologna, espleta il proprio servizio sul territorio della Città Metropolitana di Bologna, nell’ambito del Comuni con i quali sussistono convenzioni – oppure al di fuori di questi nel caso di episodi cui si assista direttamente – al fine di vigilare sul rispetto delle norme per la tutela degli animali di affezione così come stabilito dalla legge 20 luglio 2004 n. 189 – art. 6 comma 2. Inoltre, viene effettuata vigilanza e controllo sull’applicazione dei regolamenti relativi all’anagrafe canina ed al decoro (corretto conferimento delle deiezioni) e monitoraggio delle oasi feline, inclusa vigilanza sull’adempimento alle leggi regionali in materia di gestione dei felini randagi (ottemperanza alle normative sulla sterilizzazione)

La vigilanza svolta da CGAM in ambito zoofilo è un servizio volontario, che viene eseguito verificando le segnalazioni attinenti la protezione e la tutela degli animali di affezione inoltrate dai vari Enti Locali e/o Corpi dello Stato o da privati cittadini (in quest’ultimo caso rigorosamente NON anonime). Le segnalazioni giunte a CGAM – sia telefonicamente oppure inoltrate a mezzo email alla casella segnalazioni@cgam.it – vengono registrate in apposite schede operative e gestite durante i servizi svolti dalle Guardie Zoofile. Le tempistiche di intervento possono variare in relazione alla gravità od emergenza della segnalazione, in ogni caso non viene svolta attività H24 né tantomeno di pronto intervento a chiamata (salvo specifici casi di comprovata urgenza).

Le richieste di intervento che giungono al Nucleo Guardie Zoofile CGAM Bologna al di fuori degli ambiti sopra descritti – ad esempio, cani vaganti, incidenti stradali che vedano coinvolti animali di affezione, illeciti riguardanti animali da reddito, rinvenimento di selvatici, ecc. – vengono gestite reindirizzando il chiamante ai corretti recapiti da attivare: servizi accalappiacani dei vari Comuni, servizi veterinari della ASL di competenza territoriale, ambulanza veterinaria competente per zona, CRAS competente per zona/specie di selvatico, ecc.. Per quanto specificamente riguardante invece i gatti randagi, la cattura rappresenta un evento eccezionale poiché essi non possono essere sottratti al proprio ambiente se non per il tempo necessario per la sterilizzazione; questa attività non viene svolta da CGAM ma bensì da soggetti appositamente autorizzati alla cattura, sulla base di specifiche disposizioni dell’AUSL di zona, che deve sempre essere attivata dal Comune competente.

Gli esiti delle verifiche effettuate dal Nucleo Guardie Zoofile CGAM Bologna vengono riportati sulle schede operative, sino a giungere a chiusura della pratica. Quando si ravvisino comportamenti illeciti nei confronti degli animali di affezione, viene redatto verbale sanzionatorio nei confronti del trasgressore o denuncia penale se si tratta di reato; in caso contrario la pratica viene archiviata senza nulla procedere.

Le guardie zoofile CGAM collaborano strettamente con le istituzioni pubbliche e le attività di controllo e sorveglianza vengono svolte in coordinamento con i vari Enti e Corpi dello Stato preposti, quali Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e relativo corpo forestale, Polizia Provinciale e Polizie Municipali dei vari comuni del territorio.